No unione gay in chiostro? C'è flash mob

Flash mob, oggi a Sorrento (Napoli), per esprimere solidarietà ai due giovani gay, Vincenzo D'Andrea, ventisettenne napoletano e il suo compagno, il colombiano Heriberto Vasquez Ciro, per il no ricevuto dal comune a concedere il Chiostro di San Francesco per officiare la loro unione civile. In circa duecento, tra gli studenti del Collettivo studentesco della Penisola sorrentina, appoggiati dall'Arcigay di Napoli, si sono dati appuntamento. Tra gli altri anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Cecchi Paone. "Il sindaco Giuseppe Cuomo rappresenta lo Stato, indossa la fascia tricolore e deve rispettare le leggi nazionali - ha detto Cecchi Paone - L'art. 3 che ci rende tutti uguali davanti alla legge, senza discriminazioni alcuna. Chiederò al Prefetto di sospenderlo qualora non cambierà idea". Il sindaco di Sorrento ha da sempre motivato il diniego per una questione di opportunità visto la vicinanza del Chiostro al convento Francescano.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. TorreSette
  2. Cronache del Salernitano
  3. Il Mattino
  4. TorreSette
  5. Gazzetta di Napoli

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Trecase

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...